In evidenza

  • Orario Sante Messe - Feriale ore 17; Pre-Festiva ore 18,00; Festiva ore 9,00 - 19,00.
  • Ufficio Parrocchiale: da Lunedì a Venerdì dalle 16.00 alle 18,00.
  • Celebrazione dei Matrimoni - Dal 1° settembre è possibile celebrare il Matrimonio di mattina dal Lunedì al Sabato, e di pomeriggio dal Lunedì al Venerdì. Agli sposi è richiesta, in modo particolare, la puntualità e il rispetto dell'orario concordato.
  • 5 agosto: Madonna del Castello, compatrona della Città - Recita la Novena dal 27 luglio al 4 agosto [Leggi].
  • La terrazza della Badia  


Lentini vista dalla Terrazza della Badia

Quaresima 2014


«Conoscete infatti la grazia del Signore nostro Gesù Cristo:
da ricco che era, si è fatto povero per voi, 
perché voi diventaste ricchi per mezzo della sua povertà» (2 Cor 8,9).

Cari fratelli e sorelle, questo tempo di Quaresima trovi la Chiesa intera disposta e sollecita nel testimoniare a quanti vivono nella miseria materiale, morale e spirituale il messaggio evangelico, che si riassume nell’annuncio dell’amore del Padre misericordioso, pronto ad abbracciare in Cristo ogni persona. Potremo farlo nella misura in cui saremo conformati a Cristo, che si è fatto povero e ci ha arricchiti con la sua povertà. La Quaresima è un tempo adatto per la spogliazione; e ci farà bene domandarci di quali cose possiamo privarci al fine di aiutare e arricchire altri con la nostra povertà. Non dimentichiamo che la vera povertà duole: non sarebbe valida una spogliazione senza questa dimensione penitenziale. Diffido dell’elemosina che non costa e che non duole. Lo Spirito Santo, grazie al quale «[siamo] come poveri, ma capaci di arricchire molti; come gente che non ha nulla e invece possediamo tutto» (2 Cor 6,10), sostenga questi nostri propositi e rafforzi in noi l’attenzione e la responsabilità verso la miseria umana, per diventare misericordiosi e operatori di misericordia. Con questo auspicio, assicuro la mia preghiera affinché ogni credente e ogni comunità ecclesiale percorra con frutto l’itinerario quaresimale, e vi chiedo di pregare per me. Che il Signore vi benedica e la Madonna vi custodisca. (Francesco, Messaggio per la Quaresima 2014)

5 marzo - Mercoledí delle Ceneri (giorno di digiuno e astinenza)
ore 18,00 Santa Messa e imposizione delle ceneri.

Tutti i Venerdì di Quaresima
ore 16,30 Via Crucis; ore 17,00 Santa Messa.

Funzioni della Settimana santa
 13 aprile - Domenica delle Palme 
ore 10,00 Benedizione delle palme e dei rami d’ulivo e celebrazione della Santa Messa di Passione.
 17 aprile - Giovedì Santo 
ore 19,30 Santa Messa Solenne nella Cena del Signore. 
La chiesa resterà aperta fino alle ore 24,00 per l’Adorazione dei fedeli.
 18 aprile - Venerdì Santo 
ore 15,30 Celebrazione della Passione del Signore.
ore 20,00 Chiesa Madre - ex Cattedrale: Processione cittadina.
 19 aprile - Sabato Santo
ore 20,00 Veglia Pasquale.
 20 aprile - Domenica di Pasqua 
ore 8,30 - 10,00 - 19,00 SS. Messe.

La prima Enciclica di Papa Francesco


Lumen fidei - La luce della fede è la prima Enciclica firmata da Papa Francesco. Suddivisa in quattro capitoli, più un’introduzione e una conclusione, la Lettera – come spiega lo stesso Pontefice – si aggiunge alle Encicliche di Benedetto XVI sulla carità e sulla speranza e assume il “prezioso lavoro” compiuto dal Papa emerito, che aveva già “quasi completato” l’Enciclica sulla fede. A questa “prima stesura” ora il Santo Padre Francesco aggiunge “ulteriori contributi”. L
e motivazioni poste alla base del documento: innanzitutto, recuperare il carattere di luce proprio della fede, capace di illuminare tutta l’esistenza dell’uomo, di aiutarlo a distinguere il bene dal male, in particolare in un’epoca, come quella moderna, in cui il credere si oppone al cercare e la fede è vista come un’illusione, un salto nel vuoto che impedisce la libertà dell’uomo. In secondo luogo, la Lumen fidei – proprio nell’Anno della fede, a 50 anni dal Concilio Vaticano II, un “Concilio sulla fede” – vuole rinvigorire la percezione dell’ampiezza degli orizzonti che la fede apre per confessarla in unità e integrità. La fede, infatti, non è un presupposto scontato, ma un dono di Dio che va nutrito e rafforzato. “Chi crede, vede”, scrive il Papa, perché la luce della fede viene da Dio ed è capace di illuminare tutta l’esistenza dell’uomo: procede dal passato, dalla memoria della vita di Gesù, ma viene anche dal futuro perché ci schiude grandi orizzonti.

Credendo abbiamo la vita

Il 15 e il 16 Giugno nel contesto dell'Anno della fede si terrà la giornata dell'Evangelium vitae offrendo ai fedeli di tutto il mondo l'opportunità di riunirsi, insieme al Santo Padre, in una comune testimonianza del valore sacro della vita: la vita degli anziani, degli ammalati, degli agonizzanti, dei non nati, di coloro che vivono afflitti fisicamente e di tutti coloro che si trovano nella sofferenza.
Questo evento sarà anche l'occasione per celebrare, affermare e incoraggiare coloro che così dolcemente si abbandonano a seguire i passi del Buon Pastore provvedendo ai bisogni fisici, emozionali, psicologici e spirituali di chi è anziano, disabile, ammalato, non nato o sofferente. Con la speranza che ciascun uomo faccia sentire a tutto il mondo la corale espressione del vero cuore della missione redentrice di Gesù: “Io sono venuto perchè abbiano la vita, e l'abbiano in abbondanza” (Gv 10:10, cfr Evangelium Vitae, 1). 

CLICCA QUI per leggere l'Enciclica di Giovanni Paolo II sul valore e l'inviolabilità della vita

Settimana Santa 2013

SEGUIAMO IL CRISTO CON LA FEDELTA' DELL'AMORE - Nel nostro itinerario verso la Pasqua, siamo giunti alla fine della Quaresima, un cammino con Gesù attraverso il «deserto», cioè un tempo in cui ascoltare maggiormente la voce di Dio e anche smascherare le tentazioni che parlano dentro di noi. All’orizzonte di questo deserto si profila la Croce. Gesù sa che essa è il culmine della sua missione: in effetti, la Croce di Cristo è il vertice dell’amore, che ci dona la salvezza.  «Dio infatti – scrive san Giovanni – non ha mandato il Figlio nel mondo per condannare il mondo, ma perché il mondo sia salvato per mezzo di lui» (Gv 3,17). Commenta sant’Agostino: «Il medico, per quanto dipende da lui, viene per guarire il malato. Se uno non sta alle prescrizioni del medico, si rovina da solo. Il Salvatore è venuto nel mondo … Se tu non vuoi essere salvato da lui, ti giudicherai da te stesso». Dunque, se infinito è l’amore misericordioso di Dio, che è arrivato al punto di dare il suo unico Figlio in riscatto della nostra vita, grande è anche la nostra responsabilità: ciascuno, infatti, deve riconoscere di essere malato, per poter essere guarito; ciascuno deve confessare il proprio peccato, perché il perdono di Dio, già donato sulla Croce, possa avere effetto nel suo cuore e nella sua vita. A volte l’uomo ama più le tenebre che la luce, perché è attaccato ai suoi peccati. Ma è solo aprendosi alla luce, è solo confessando sinceramente le proprie colpe a Dio, che si trova la vera pace e la vera gioia. 

GLI ESERCIZI SPIRITUALI 
avranno inizio Lunedì 18 Marzo per tutta la settimana alle ore 17,00.

FUNZIONI DELLA SETTIMANA SANTA 
Domenica delle Palme - 24 Marzo
ore 10,00 Chiesa SS. Trinità - Benedizione delle palme e dei rami d’ulivo. Processione e Santa Messa di Passione.
Giovedì Santo - 28 Marzo
ore 19,30 Santa Messa Solenne nella Cena del Signore. 
La chiesa resterà aperta fino alle ore 24,00 per l’Adorazione dei fedeli.
Venerdì Santo - 29 Marzo
ore 15,30 Celebrazione della Passione del Signore.
ore 20,00 Chiesa Madre - ex Cattedrale: Processione cittadina.
Sabato Santo - 30 Marzo
ore 20,00 Veglia Pasquale.
Domenica di Pasqua - 31 Marzo
ore 8,30 - 10,00 - 19,00 SS. Messe.

La Visita Pastorale nella nostra Parrocchia

“Servitore del Vangelo di Gesù Cristo per la speranza nel mondo” vengo pellegrino presso le vostre rispettive comunità parrocchiali con l’ardente desiderio di portarvi l’annuncio, antico e sempre nuovo, che Gesù Cristo è il Signore, il Risorto dai morti, il Vivente! Chi crede in Lui ha la vita eterna.

                                     + Salvatore Pappalardo
                                     Arcivescovo

LETTERA VISITA PASTORALE di S.E. Mons. Salvatore Pappalardo [Leggi]
Preghiera per la VISITA PASTORALE di S.E. Mons. Salvatore Pappalardo